Piano Nazionale Scuola Digitale

header_scuoladigitale


EUROPE CODE WEEK:

Guida 2017

Linee guida per insegnanti


15-23 OTTOBRE 2016 CON UN CODING…ADATTO A TUTTI: leggi qui

Linee Guida per Insegnanti: come partecipare a Europe Code Week con la tua classe in 7 passi


 

logo_pifPROGRAMMA IL FUTURO

Per saperne di più…


Coding, divertente da praticare!

Coding significa “programmazione informatica” e nei prossimi anni potrà diventare una vera e propria materia di studio a scuola anche in Italia. È davvero divertente e si può cominciare subito a imparare (giocando) i concetti base di informatica e del pensiero computazionale.

Date di eventi da ricordare:

  • Settimana europea del codice: Italia in prima linea
    Dal 15 al 23 ottobre 2016 si svolge la settimana europea della programmazione, arrivata alla quarta edizione: migliaia sono gli eventi che in ogni parte d’Europa offriranno a tutti l’opportunità di iniziare a programmare. L’Italia sarà grande protagonista dal momento che, dopo la straordinaria partecipazione italiana all’edizione 2014, le è stato affidato il coordinamento generale dell’iniziativa europea. “Programma il Futuro” invita tutte le scuole a fare una prima sperimentazione delle attività durante questa settimana, per prepararsi alla settimana internazionale dell’Ora del Codice di dicembre. Per saperne di più..

  • Concorso Bebras dell’informatica
    Al via anche quest’anno, da lunedì 7 a venerdì 15 novembre, il concorso Bebras per avvicinare bambini e ragazzi all’informatica in modo divertente. Non è richiesta alcuna conoscenza specifica per affrontare i giochi, che sono divisi per fasce di età degli studenti. La gara dura al massimo 45 minuti e ciascun istituto può fissare liberamente l’orario di inizio.
    La partecipazione è gratuita e richiede la registrazione entro l’1 novembre 2016. Per saperne di più..

  • L’Ora del Codice
    Dal 5 all’11 dicembre 2016. Obiettivi:
    • coinvolgere il 40% delle scuole primarie (circa 6.100);
    • completare il percorso base L’Ora del Codice in almeno il 25% delle classi delle scuole primarie;
    • completare il percorso avanzato, o nella modalità tecnologica o nella modalità tradizionale, in almeno il 9% delle classi delle scuole primarie (circa 1380).
      Per saperne di più…